Sistemi pneumatici e aria compressa. Di che parliamo?

In tutte le lavorazioni industriali si tende sempre più ad utilizzare macchine che compiono lavoro meccanico sfruttando alcuni fluidi compressi. L’aria viene considerata fluido e quindi si utilizza aria compressa per il funzionamento di qualsiasi sistema pneumatico.

Per creare aria compressa, abbiamo bisogno di compressori, appunto. Apparecchiature che tramite un processo specifico comprimono l’aria in uno spazio minore rispetto a quello occupato dalla stessa in stato normale. Nello specifico si esprime questo concetto asserendo che l’aria compressa si ottiene comprimendo l’aria normale ad una pressione superiore a quella atmosferica.

L’aria compressa viene utilizzata nei sistemi pneumatici

I sistemi pneumatici utilizzano l’aria compressa prodotta dai compressori che possono essere di due tipi:

  • Volumetrico – dove l’aria viene ingabbiata e costretta ad adattarsi ad uno spazio minore. In questo caso la portata che si ottiene è di tipo intermittente ed è per impianti con portate da 6 a 12bar.
  • Dinamico – ovvero che convogliano l’aria in un condotto con sezione più grande. La portata che si ottiene invece è di tipo continuo e utilizzati per impianti a grandi portate.

L’aria atmosferica è una miscela di gas costituita al 78% da azoto, al 21% da ossigeno, da altri gas minori all’1%, da vapore acqueo e da polveri.

E’ proprio la presenza di queste ultime ad ostacolare la creazione di aria compressa, insieme all’umidità per la condensa a cui essa può dare luogo. Questi due fattori possono portare danni agli impianti pneumatici. Per la produzione dell’aria compressa è necessario quindi apportare alcuni fondamentali accorgimenti.

Le diverse fasi che portano al raggiungimento della compressione dell’aria comprendono più di un componente: filtro aria, compressore, refrigeratore, l’utilizzo di una valvola di non ritorno, di un serbatoio, del manometro, del separatore di condensa, dell’essiccatore, di un motore e, infine, del pressostato.

IMG_6957

Gruppi per il trattamento aria compressa

Il trattamento dell’aria compressa è necessario affinché l’elemento possa essere utilizzato per il funzionamento degli impianti pneumatici. L’aria atmosferica è infatti un concentrato di gas, vapore acqueo e contaminanti, e, prima di essere aspirata da un compressore, deve essere trattata per eliminarne gli elementi inquinanti e per fare in modo che questi ultimi non raggiungano le apparecchiature favorendo il loro deterioramento.

Filtri, riduttori, lubrificatori: l’offerta Waircom

Considerata la delicatezza del loro compito, la produzione dei gruppi per il trattamento dell’aria compressa viene seguita con estrema cura e attenzione: le famiglie di filtri, di riduttori di pressione e di lubrificatori delle serie UZ ed EZ vengono presentate con taglie che spaziano da G1/4″ fino ad arrivare a G1″.

Inoltre realizziamo anche serie particolari i cui componenti sono costituiti da blocchi unici che comprendono i 3 elementi principali per il trattamento dell’aria compressa (filtro, riduttore, lubrificatore).

Nel nostro catalogo sono presenti: avviatori progressivi a comando e valvole lucchettabili, che possono essere assemblati con filtri, riduttori e lubrificatori, e abbiamo anche valvole proporzionali serie EPR che svolgono la funzione di regolatori della pressione in uscita tramite segnale elettrico e manometri che permettono di rilevare la pressione dei circuiti pneumatici.

Accessori e pressostato innovativo

Il catalogo Waircom comprende poi la serie PRDA dedicata alla misura della pressione dei fluidi: modelli di pressostati innovativi che dispongono di un’uscita digitale, di un display di lettura integrato e di un’interfaccia che permette di programmare differenti funzioni.

Questi pressostati hanno dimensioni contenute, sono, pertanto,  prodotti molto versatili adatti ad applicazioni con aria e gas non corrosivi e non combustibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

cancella il moduloInvia